ItaliaSandro Bassetti, Castello Monaldeschi della Cervara, 05010 Monte Rubiaglio (TR), Italia. bassetti@libero.it Comunità Europea

Google

Manifestazioni

Padula (Salerno)
venerdi 30 giugno 2017
 
Ricordo del Conte Ludovico Negroni, primo martire dell'Unità d'Italia
 
 

 
 
 
 
 
Urna cineraria del Conte Ludovico Negroni. Orvieto.
 

Venerdì 30 giugno e Sabato 1 luglio 2017 in Padula (SA) è stato commemorato l'orvietano conte Ludovico Negroni primo caduto a 32 anni, portabandiera della spedizione di Carlo Pisacane a Sapri nella ricorrenza dei 160 anni dall'avvenimento. L'amministrazione di Orvieto, pur invitata ha declinato l'invito a causa di altri impegni. La folla numerosa ha rumoreggiato per l'assenza del Sindaco di Orvieto od altri da lui delegati. Era presente per la sua Patria di Origine Sandro Bassetti, biografo di Ludovico, che dette alle stampe nel 2009 il libro “Ludovico Negroni” un Carbonaro di Orvieto da Cortona a Sapri”. Bassetti abita nel castello di Monte Rubiaglio, al tempo proprietà dei conti Negroni. Alle 19:30 del 30 giugno, nel Palazzo Romano di Padula, si è tenuta una conferenza per ricordare gli eventi dei “Eran trecento giovani e forti e sono morti”. Sono Intervenuti il 30 Giugno 2017 alle ore 19,30 nell'atrio del: Palazzo Romano di Padula: il Sig. Paolo Imparato: Sindaco di Padula, il Dott. Marcello Ferrigno della Famiglia Romano – Rotunno, il Sig Luigi Astorino: Presidente dell'Associazione "La Ginestra", l'Avv. Antonio Gnazzo Presidente del Rotary Club di Sala Consilina – Vallo di Diano. Relatori sono stati i Sigg.: Ing. Sandro Bassetti - autore di "Ludovico Negroni, un carbonaro di Orvieto ... ", il Prof. Vincenzo Maria Pinto - docente Liceo Scientifico C. Pisacane – Padula, il Dott. Miguel Sormani - archivista Università di Salerno, il Prof. Carmine Pinto - professore dell'Università di Salerno. Moderatore il Dott. Giuseppe D'Amico - giornalista. Venerdì, 1 Luglio 2017, alle ore 11,00 in Padula, Loc. COSTA - COLLINA SAN CANIONE dove è stato ucciso, decapitato e squartato il conte Ludovico Negroni è stata scoperta una pregevole stele in pietra di Padula, opera realizzata dallo scultore Giovanni Cancellaro, raffigurante un corpo morente che tiene in mano la bandiera italiana (dono di un reggimento di fanteria dell'Esercito Italiano). Sulla stele, benedetta dal Parroco di Padula, è stata apposta una targa chiara, sintetica e globale: "IN MEMORIA DI LUDOVICO NEGRONI (Orvieto 1825), CONTE E CARBONARO, PORTABANDIERA DEI TRECENTO DI CARLO PISACANE, QUI CRUDELMENTE UCCI­SO IL 1 LUGLIO 1857, NEL VANO TENTATIVO DI FERMARE IL SOGNO RIVOLUZIONAR­IO DI UN'ITALIA UNITA E DEMOCRATICA". Nel pomeriggio, con inizio alle ore 18,00, la manifestazione relativa al 160 0 Anniversario della spedi­zione di Carlo Pisacane e dei Trecento "giovani e forti", sono proseguite presso la Chiesa della S. Annunziata, nel Monumento Ossario dei Trecento a cura della Parrocchia di San Giovanni, con il convegno patrocinato dall'Ente Comune di Padula e della Parrocchia della Provincia di Salerno. La manifestazione nel suo complesso è stata preziosa, onorevole e animata dalla passione di tutti gli abitanti di Padula, purtroppo non da quelli di Orvieto e dai loro rappresentanti.

 

Filmato della Stele

Video della Stele e Poesia

Intervista ANSA

Video intervista ANSA